Silvoterapia

Se impariamo a osservare possiamo vedere che ogni pianta sta comunicando. Attraverso se stessa, nell’insieme delle caratteristiche manifestate, ci sta parlando. Sta cantando una melodia di cui i pianeti sono le note. E non appena scorgiamo l’eco di questa musica sottile che ci circonda e ci penetra, anche noi, lentamente divenendo consapevoli, iniziamo a risuonare e comprendiamo la beatitudine dell’essere parte di un’immensa sinfonia.”
Giorgia Rossi

La prima sensazione percepita quando penetro all’interno di un bosco è quella di sacralità, è la sensazione di entrare in un Tempio… dove tutto è in perfetto equilibrio. Si entra in un silenzio ovattato l’inverno oppure in una sinfonia di suoni e canti la primavera. Tutto è veramente in perfetto ordine!
Il cuore sintonizza i suoi battiti sull’antico battito della Terra, la mente si acquieta naturalmente, il respiro si fa più lieve. Si percepisce l’espansione del nostro campo aurico che si unisce a quello del bosco… E’ un esperienza unica che ci avvicina alla comprensione dell’essere UNO con tutto quello che ci circonda.
Tutti i sensi sono svegli, desti… il tocco della corteccia di un albero viene percepito con tutto il corpo non solo con la mano, l’olfatto è stimolato dai mille profumi prodotti dalla natura, cosi da risvegliare ricordi, sensazioni… Ma soprattutto BELLEZZA che porta PACE e GUARIGIONE…
Vi consiglio di portare una Macchina fotografica, un registratore, un foulard per bendarvi gli occhi, dei cristalli… O qualsiasi cosa vi possa ispirare in questa esperienza.
Vi guiderò in esercizi di connessione, meditazione e riconoscimento dei segni…
Abbiate sempre il vestiario adatto alle stagione in cui usciremo.
Rimango a vostra disposizione per qualsiasi informazione.

Consiglio la lettura dei libri di Michele Giovagnoli:
“Alchimia selvatica” e “Impara a parlare con gli alberi”.

Da cuore a cuore!
Satya